Isole Tremiti

Cinque cose da fare e da vedere per godersi al meglio le Isole Tremiti

Il turismo vacanziero in Puglia ha fatto registrare negli ultimi anni un continuo incremento di presenze e consensi, tanto da diventare una delle principali mete di giovani e meno giovani per trascorrere le ferie estive, ma anche per visite durante tutto il periodo dell’anno. Tra i comprensori che hanno saputo attrarre maggiormente italiani e stranieri troviamo sicuramente la Capitanata, la zona settentrionale della regione, che oggi corrisponde al territorio della provincia di Foggia, una terra in grado di offrire al turista e al visitatore occasionale, un’offerta turistica davvero ampia.

Il mare del Gargano, gli itinerari della Via Sacra dei Longobardi, il Subappennino Dauno con la sua incontaminata natura, l’arte e l’archeologia di città quali Foggia, Lucera e Ascoli Satriano, ma soprattutto la straordinaria bellezza delle Isole Tremiti. Considerate le perle dell’Adriatico e conosciute anche con il nome di Diomedee, tali isole rappresentano uno splendido arcipelago incontaminato.
Un luogo unico, composto da cinque isole di cui solo due abitate: San Domino e San Nicola, che sono raggiungibili via mare attraverso i servizi di traghetti low cost che Moby mette a disposizione dei turisti tutto l’anno, garantendo un trasporto confortevole e funzionale per visitare le bellezze presenti nelle Isole Tremiti.

Un luogo imperdibile, che deve essere visitato da tutti coloro che hanno deciso di trascorrere le vacanze nella Puglia settentrionale. Per chi ha già prenotato un viaggio in tali zone, o per chi cerca qualcosa di straordinario, di seguito andiamo a vedere cinque cose assolutamente da fare e da vedere visitando le Isole Tremiti.

Le spiagge

A San Domino troverete le imperdibili Cala Matano e la Cala dei Benedettini, in cui troverete un mare cristallino e la possibilità di passare momenti di relax all’ombra dei pini d’Aleppo. La Cala delle Arene è l’unica, nell’intero gruppo d’isole, che offre una spiaggia sabbiosa, posizionata centralmente e con fondali bassi, il luogo ideale per trascorrere lunghe giornate di mare o per le famiglie con bambini. La spiaggia dei Pagliai è una delle più conosciute e fotografate delle Isole Tremiti, raggiungibile esclusivamente in barca, e che ricorda, come dice lo stesso nome, delle balle di paglia appoggiate sull’acqua.

Le grotte

San Domino è conosciuta per le sue cale e grotte, tra cui la famosissima Grotta del Bue Marino, chiamata così perché abitata dalla Foca Monaca, animale a oggi quasi estinto. Tra le altre grotte da visitare, troverete quella delle Rondinelle, delle Viole e del Sale.

Lo snorkeling

Le Isole Tremiti, raggiungibili oggi attraverso l’ampia offerta di traghetti economici della linea Tirrenia di Moby, offrono un paradiso per gli amanti delle immersioni. Il Tremiti Diving Center segnala 23 sentieri subacquei, in cui potrete ammirare un patrimonio faunistico e floristico unico al mondo: dentici, astici, aragoste, cavallucci marini, gorgonie e coralli neri. Oltre 50 punti di immersione, tra cui spiccano lo Scoglio dell’Elefante sulla costa di San Domino e i punti dell’Isola di Caprara.

Escursioni e trekking

Presso l’isola potrete approfittare inoltre del servizio di noleggio biciclette per effettuare escursioni in bicicletta, oppure luoghi adatti al trekking per chi invece ama le camminate a contatto con la natura incontaminata. I vari punti noleggio offrono anche la possibilità di noleggiare gommoni per raggiungere luoghi altrimenti inaccessibili via terra.

L’Abbazia di Santa Maria e il Castello dei Badiali

Nelle Isole Tremiti non troverete solo mare e natura incontaminata, ma il centro storico di San Nicola offre anche spunti rilevanti in termini di arte e architettura storica. Tra le varie costruzioni visitabili c’è l’Abbazia di San Nicola, costruita nel 1045 d.C. e che domina il mare e l’entroterra da oltre 1000 anni. Oltre al santuario è presente anche il Castello dei Badiali, con le sue alte mura a picco sul mare, che fu costruito per volere di Carlo d’Angiò per proteggere l’isola dagli attacchi.