Hanami

Hanami: la fioritura dei ciliegi in Giappone

Se vi state chiedendo quali sono i posti migliori dove vedere la fioritura dei ciliegi in Giappone, sappiate che i luoghi sono molti, ma il periodo è ristretto, nel senso che non trovate ciliegi in fiore tutto l’anno, ma soltanto nella stagione primaverile, prevalentemente da fine marzo a inizio aprile.

Questo perchè ciò che osserverete è lo spettacolo della natura, la quale detta i tempi e i ritmi di fioritura, regalando a moltissimi turisti un trionfo di colori incredibilmente affascinante e memorabile.

Sono moltissimi i viaggi organizzati che partono dall’Italia con l’obiettivo di ammirare i ciliegi in fiore.

La meraviglia dell’Hanami

Hanami significa proprio osservare i ciliegi.

Addirittura esiste una parola giapponese che traduce un’azione particolare e presente solo in terra nipponica.

La fioritura dei ciliegi è un evento culturale che coinvolge l’intera popolazione del Sol Levante perchè non è soltanto un momento decorativo e di colore, ma diventa un’importante occasione per far festa, creare gioia, eventi collaterali, feste e semplici gite in famiglia portando il pranzo al sacco e consumandolo in parchi coloratissimi dai fiori di ciliegio.

Ci sono zone in cui la vista si perde ammirando intere distese di piantagioni fiorite di alberi di ciliegio e i turisti si dilettano in foto ricordo, selfie e riprese video.

Pensate che solo a Tokyo vi sono decine e decine di posti dove poter ammirare i ciliegi in fiore.

Dove vedere la fioritura dei ciliegi a Tokyo

Ci sono mumerosi ottimi posti per vedere la fioritura dei ciliegi a Tokyo.

La capitale infatti ospita diversi luoghi e noi ve ne segnaliamo qualcuno.

Sumida: è un fiume che passa nei pressi di una zona turistica della città e la visione è surreale: fiume, ciliegi in fiore e sullo sfondo i grattacieli.

Shinjuku Gyoen: è un parco pubblico a pagamento, piantumato con oltre mille ciliegi che fioriscono da fine marzo a metà aprile. Ideale per rilassarsi, mangiare e osservare uno spettacolo di colori unico al mondo.

Inokashira: si trova fuori città e ci si può recare in treno. Il parco è tra i più frequentati e un laghetto consente una visione più aperta, al punto che è possibile affittare delle piccole imbarcazioni per potersi spostare e godere di un diverso punto di osservazione.

Meguro: anche questo è un fiume ed è molto caratteristico. Molto popolato durante il giorno e altrettanto alla sera perchè letteralmente si accende di lanterne che ne contornano gli argini, a ravvivare feste, danze e punti di ritrovo lungo il percorso dell’acqua. Di giorno si ammirano i ciliegi tra i più belli dell’intera capitale, anche perchè l’effetto cadente sulle acque è qualcosa di inimmaginabile.

Parco di Ueno: il luogo è ricco di storia e tradizione per la vicinanza di un famoso tempio e per la presenza di un ciliegio piangente. Durante il periodo di fioritura dei ciliegi la zona è molto popolata di turisti.

Zona universitaria di Waseda: nello specifico, nei pressi del fiume Kanda, si ammirano molti alberi in fiore, nei pressi dell’Università. Vi diamo un consiglio: il posto non è molto pubblicizzato per vedere i ciliegi e per questo di solito si trovano meno persone e si evitano sgomitate. Qui però si ammira uno spettacolo unico per l’intero Giappone: i petali dei fiori, con il vento, cadono nelle acque del fiume creando delle pittoresche scie colorate in movimento. Chi ama la fotografia, qui troverà grandi spunti.

Koishikawa: è uno dei giardini più conosciuti e antichi di Tokyo e rappresenta un meraviglioso luogo per vedere la fioritura dei ciliegi in Giappone. Anche in autunno, i colori della vegetazione qui sono fantastici e carichi di rosso.

Giardini Rikugien: l’effetto scenico è unico. Alla sera una speciale illuminazione illumina le piante di ciliegio in fiore dal basso verso l’alto, generando un effetto magico, quasi idilliaco e fiabesco (vale la stessa cosa anche in autunno con altri alberi presenti).

Yoyogi: questo è uno dei parchi più grandi della città e ben si presta per l’Hanami. Dedito alle famiglie che amano trascorrere momenti insieme, si popola di persone durante le settimane di fioritura dei ciliegi e per questo è meglio non improvvisare la gita ma pianificarla bene, fin dalle primissime ore del mattino per evitare di rimanere fuori.

Gli altri luoghi della fioritura dei ciliegi

Non solo la capitale, ma per vedere la fioritura dei ciliegi in Giappone è possibile spostarsi in base al periodo in cui ci si reca in loco.

Ecco altre opportunità in città diverse.

Kyoto: il parco Maruyama è un posto molto bello per ammirare diverse soecie di alberi in fiore, poi il Santuario Heian e Kamogawa. In diversi luoghi della città col calar della sera, si accendono migliaia di luci che illuminano gli alberi con la loro fioritura.

Naha: magia allo stato puro, ma in anticipo rispetto alle altre località. Trovandosi a Sud, i ciliegi anticipano la fioritura, colorandosi già da fine febbraio o inizio marzo. Suggestivi i riflessi dei rami fioriti sui corsi d’acqua e soprattutto il colore dei petali, che divengono in tinta ciclamino per una varietà differente dell’albero rispetto alle altre zone della Nazione.

Osaka: un ottimo punto di osservazione è il Castello di Himeji, che alterna il verde dei prati al colore bianco dei rami in fiore.

Myajima: siamo nei pressi di Hiroshima e questa è una delle zone del Giappone non certo rinomata per i suoi colori dovuti ai ciliegi in fiore. E’ però particolare il panorama che si può ammirare dalle posizioni rialzate rispetto al mare, poichè il bianco dei ciliegi contrasta con il blu del mare e i colori delle costruzioni edili della zona.

Dove e quando vedere la fioritura dei ciliegi in Giappone

Il Giappone non è solo Tokyo e nell’intera isola nipponica è possibile ammirare lo spettacolo della fioritura dei ciliegi. La pianta fiorisce in primavera, ed è possibile prevedere indicativamente le date in base alla zona geografica, partendo da nord a sud.

  • Hokkaido: prime due settimane di maggio
  • Sapporo: prima decade di maggio.
  • Niigata e Sendai: seconda settimana di aprile.
  • Kyoto, Yokohama e Hiroshima: ultima settimana di marzo e primissimi giorni di aprile.
  • Tokyo: ultima settimana di marzo.
  • Fukuoka: ultimi dieci giorni di marzo.
  • Naha: ultimi giorni di febbraio e inizio marzo.

Ciò significa che spostandosi verso Sud la fioritura è maggiormente a ridosso dell’inizio primavera, mentre salendo verso Nord il periodo trasla fino ad arrivare alla prima settimana di maggio. Logicamente ci sono altri posti in molte altre città.

Quelle indicate sono le principali, ma il principio per stabilirne il periodo non muta: basta prendere una cartina e individuare la posizione di una città rispetto ad un altra di cui abbiamo dato riferimento.

I periodi indicati sono quelli in cui si registra la maggior fioritura, ma ovviamente anche andare qualche giorno prima o qualche giorno dopo è possibile vedere i colori tipici dei ciliegi fioriti, magari con una differente intensità.

Questo avviene anche perchè la stagioni giapponesi non sono propriamente identiche alle nostre e quindi anche alcuni giorni potrebbero significare molto. Arrivare in anticipo o in ritardo sarebbe certamente un grande rammarico.