Il fenomeno del destination wedding

Il fenomeno del destination wedding sta conquistando un particolare successo nel nostro Paese grazie al numero crescente di futuri sposi che decidono di venire in Italia per unirsi in matrimonio nel contesto di cerimonie più o meno sfarzose organizzate in luoghi magici e romantici. In linea di massima le cerimonie che vanno in scena sono raccolte e per pochi intimi, per il semplice motivo che per una coppia americana o indiana può essere complicato far muovere e far pernottare un quantitativo elevato di persone: d’altra parte, tutto dipende dal budget che si è disposti a investire. Chi non può spendere troppo, per esempio, viene a sposarsi in Italia per poi allestire una cerimonia simbolica allargata a tutti i familiari e agli amici nel momento in cui ritorna in patria. Certo è che non mancano, anche nelle cronache degli ultimi anni, le storie di rampolli di famiglie ricchissime, generalmente provenienti da Oriente, che non badano a spese pur di celebrare un matrimonio indimenticabile da noi.

Le destinazioni tra cui è possibile scegliere una location romantica, in effetti, sono davvero numerose, da Nord a Sud: si passa da un grande classico come Venezia alla poesia della Costiera Amalfitana, dallo scenario chic di Portofino alla storia di Roma, dall’arte di Firenze ai panorami del lago di Como, dalle campagne della Toscana alla tranquillità del Friuli, e così via.

Che si tratti di sposarsi in un castello, in una masseria, in un casolare o in una villa del Settecento, le coppie che scelgono il destination wedding non possono fare a meno di ricorrere al supporto di uno o più wedding planner per essere certi che ogni dettaglio delle nozze sia perfetto: non solo per quel che riguarda la scelta della location, ma anche per l’individuazione di un fotografo matrimonio, del catering, dei fioristi, e così via. Chiaramente chi si trova dall’altra parte del mondo può avere delle difficoltà logistiche nel predisporre ogni particolare in assenza di un intermediario: le comunicazioni con i wedding planner avvengono via mail e garantiscono la massima immediatezza.

In genere, le coppie sono solite giungere nel Paese in cui si sposeranno alcuni giorni prima rispetto alla data effettiva del matrimonio, anche per definire dal vivo gli ultimi dettagli. Insomma, per gli operatori del settore turistico e per gli addetti del settore wedding, vale la pena di approfondire il fenomeno e di trarre vantaggio dal suo successo e dalla sua espansione sempre maggiore.

Copyright Immagine Juan Carlos Marzi