La costiera amalfitana d’inverno

Anche durante la stagione invernale, la Costiera Amalfitana è una destinazione turistica da sogno: senza arrivare al romanticismo di chi sceglie questa location per sposarsi secondo quella che è la pratica del destination wedding, vale comunque la pena di concedersi un viaggio anche in bassissima stagione, per avere l’opportunità di scoprire perle del Mar Tirreno come Maiori, Positano e Sorrento. Fare il bagno è altamente sconsigliato, ma ciò non vuol dire che non ci si possa divertire. In quel di Sorrento, per esempio, ci sono edifici di valore come la Chiesa del Carmine, Palazzo Correale e Palazzo Veniero: valore artistico, certo, ma anche valore storico.

Un viaggio in Costiera Amalfitana, inoltre, permette di perdersi tra i sapori e i profumi della gastronomia locale: il borgo di Marina Grande, per esempio, propone delle locande straordinarie in cui andare a cena. Fino al mese di aprile, per altro, è allestita la rassegna “M’illumino d’inverno”, che prevede appuntamenti musicali, enologici e artistici. Non molto distante è il paesino di Massa Lubrense: si può andare in cima all’Eremo di San Costanzo per godere di una visuale panoramica che si affaccia sul Golfo di Salerno.

Ad Amalfi, una tappa obbligata è il chiostro del Paradiso, ma in agenda si deve segnare anche il Museo della Carta. E come dimenticare i vicoli di Positano? Respirando la brezza marina, si passeggia tra le strette vie del paese guardando le vetrine delle botteghe che vi si affacciano, magari per acquistare un paio di sandali. I negozi di ceramica artigianale sono, invece, il punto di forza di Vietri sul Mare.

Uno dei motivi più importanti per cui può essere davvero piacevole scoprire la Costiera Amalfitana in inverno è che non si corre il rischio di sperimentare tutte le sgradevoli conseguenze del turismo di massa: niente code per prendere i mezzi pubblici, niente traffico, poca confusione e la massima libertà di muoversi come e quando si vuole. Ovviamente sia i ristoranti che gli alberghi sono aperti tutto l’anno, eccezion fatta per gli hotel di lusso che chiudono i battenti in autunno; ma chi vuol trovare una sistemazione non avrà difficoltà a riuscirci, potendo contare anche su ostelli e bed and breakfast. Sperando che il tempo sia clemente, e che non arrivi la pioggia a rovinare le vacanze, la costiera è fantastica anche a novembre, a dicembre o a gennaio: e se proprio capita una giornata di brutto tempo, ci si può concedere una trasferta a Salerno per visitare i suoi musei o alla Reggia di Caserta.