Isola Maddalena

Le spiagge più belle dell’arcipelago della Maddalena

L’Arcipelago della Maddalena si staglia in un tratto di mare tra la Sardegna e la Corsica. Si tratta di un gruppo di 63 isole con 180 chilometri di costa circondate da un mare turchese unico al mondo.

Solo le due isole più grandi, La Maddalena e Caprera, sono abitate e sono raggiungibili con un traghetto dal porto di Palau. Le altre sono visitabili soltanto con imbarcazioni private e sembrano luoghi fuori dal tempo che riposano tra le onde. L’Arcipelago della Maddalena ha oltre 300 spiagge, tra queste ne abbiamo selezionate alcune da scegliere per la prossima vacanza.

L’Isola di Giardinelli

Spiaggia Testa del Polpo: la spiaggia si trova sul lato orientale dell’isola. La sua denominazione originaria è spiaggia di Giardinelli, ma una grande roccia di granito che si trova vicino l’arenile dalla particolare forma di un cefalopode, le ha conferito il nome di Testa di Polpo.

La sabbia è bianca e molto sottile, quasi impalpabile e la quiete di cui si può godere in questo luogo ha attirato in passato molti personaggi famosi tra cui l’Aga Khan Karim, che da giovane amava questa spiaggia.

L’Isola di La Maddalena

Cala dello Spalmatore: la spiaggia si trova a nord dell’Isola La Maddalena, tra due promontori che la riparano dai venti. Questa caratteristica la rende molto fruibile anche nelle giornate ventose che non sono insolite nell’Arcipelago.

La sabbia è color crema a grana grossa e il fondale è basso, adatto quindi anche ai bambini o a chi non sa nuotare. Questa spiaggia è attrezzata con servizi per bagnanti come il noleggio di canoe, bar e ristoranti.

Dall’altura Guardia del Turco, alle spalle della spiaggia, si può godere di un panorama unico che comprende anche il tratto occidentale dell’isola di Caprera. Nel 2012 questo tratto di costa ha avuto il titolo di Bandiera blu, riconoscimento conferito dal Foundation for Environmental Education per la qualità delle acque e dei servizi offerti.

Monti dell’Arena: la spiaggia a nord dell’isola La Maddalena è raggiungibile attraverso una strada panoramica. L’elemento distintivo di questa spiaggia è una grande duna di sabbia bianca a grani grossi che è bagnata da acqua cristallina e circondata da macchia mediterranea. L’area è quasi sempre molto ventilata e non ci sono servizi per i bagnanti, ma gli ampi parcheggi consentono di arrivare vicino al mare e per questo è una delle mete preferite dalle famiglie.

Cala Francese: la spiaggia è nella parte meridionale dell’isola La Maddalena. Cala francese è raggiungibile percorrendo un sentiero sterrato che porta al mare in cui ci sono rocce granitiche che si contrappongono al color turchese dell’acqua. La denominazione della spiaggia è dovuta alla vicina cava di pietre dalla quale è stato estratto anche il granito servito ai francesi per costruire il basamento della Statua della Libertà. Quest’ultima infatti è stata un dono fatto dalla Francia agli Stati Uniti d’America. La cava è stata attiva fino alla fine della seconda guerra mondiale e le vecchie attrezzature che servivano al suo funzionamento come i trenini ed i carrelli sono tuttora visitabili.

L’isola di Caprera

Cala Coticcio: la spiaggia si trova nella parte orientale dell’isola di Caprera. La sabbia è molto sottile e di colore bianco, bagnata da un mare trasparente, circondata da scogli rosa e da profumati cespugli di ginepro.

Il regime di tutela ambientale di questa riserva naturale ha assicurato una maggiore conservazione della spiaggia che attualmente può essere raggiunta via mare o via terra attraverso un percorso da trekking.

La camminata impegna i bagnanti per circa mezz’ora ed è bene munirsi di scarpe da ginnastica, cappellino e acqua. La discesa impegnativa è però ripagata da un bagno speciale tra tantissime specie di pesci. Un paradiso per chi ama lo snorkeling!

Cala Serena: la spiaggia si trova in una baia riparata ed è raggiungibile solo in barca oppure a piedi, attraverso un percorso non impervio. Cala Serena ha una sabbia bianca con rocce e macchia mediterranea. Il mare è di color verde smeraldo con un fondale basso e sabbioso.

Il bagnante non trova quasi mai questa spiaggia particolarmente affollata. La veduta dell’isola di Giardinelli fa da sfondo ad una cala dalla bellezza indimenticabile.

Spiaggia del Relitto: la spiaggia si trova nella parte meridionale dell’isola di Caprera ed è caratterizzata dalla presenza di un relitto di una nave che trasportava carbone, arenato sulla spiaggia. Essa ha quindi un’atmosfera misteriosa con le rocce granitiche che fungono da cornice in cui la vecchia nave sembra risaltare.

L’isola di Budelli

Spiaggia rosa: la spiaggia è nota in tutto il mondo per il suo colore rosa tenue, risultato dell’erosione dei coralli e delle conchiglie.

Nel corso degli anni i bagnanti hanno prelevato con ogni genere di contenitore una parte della sabbia della spiaggia, diventata così un souvenir da portare a casa in ricordo del viaggio.

Questo comportamento incivile ha reso indispensabile l’accesso limitato alla spiaggia, il cui colore unico ha ispirato anche il regista Michelangelo Antonioni che qui ha girato alcune scene del film “Deserto Rosso”.

L’isola di Rizzoli

Cala Lunga: la spiaggia si trova a sud dell’isola di Rizzoli presso le Bocche di Bonifacio e ha sabbia bianca e sottile. La cala è raggiungibile solo via mare e per questo è sempre molto tranquilla e poco frequentata. I fondali sono ricchi di flora e fauna e il suo ambiente selvaggio la fa apprezzare da chi pratica snorkeling e da chi è alla ricerca di un luogo incontaminato.

L’isola di Spargi

Cala Corsara: la cala è composta da quattro piccole spiagge che si trovano a sud dell’isola di Spargi. Tutte sono contornate da macchia mediterranea caratterizzata dal verde acceso e dai colori brillanti dei suoi fiori.

Cala Corsara è un’ottima meta anche per i bambini spesso incuriositi dai grandi scogli di granito che sono stati erosi dal vento e dal mare colore blu cobalto. L’attività degli agenti atmosferici ha regalato alle spiagge delle sculture naturali che richiamano diverse figure e personaggi come la Testa della Strega e lo Stivale.

Quest’area è raggiungibile solo via mare e ci sono numerose barche per turisti che in piena estate offrono il servizio di accompagnamento. Ciò purtroppo le rende particolarmente affollate, anche se restano sempre incantevoli.