San Vittore al Corpo

Informazioni turistiche Milano: 10 tesori nascosti

Milano è la città italiana spesso considerata la capitale degli affari e della moda. Gran parte della sua bellezza, tuttavia, è piuttosto nascosta. Puoi trovare diversi bed and breakfast a Milano in cui soggiornare mentre vai alla scoperta di questi tesori. Scopriamoli insieme con questa lista dei suoi punti più nascosti e segreti …

San Vittore al Corpo

Situato vicino al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, dove si trova la maggior parte delle invenzioni di Leonardo Da Vinci, San Vittore al Corpo è una basilica di origine incerta. Ha un arco a pannelli mozzafiato nella sua navata principale con illustrazioni di quei santi i cui resti dovrebbero essere ospitati qui. Bellissime anche la sua meravigliosa cupola con decorazioni dorate e un campanile sul quale è possibile salire per godere una vista incantevole sulla città.

Vigneto di Leonardo

Situato nel cuore di Milano, Leonardo’s Vineyard è un museo di recente apertura che ospita, beh, i vigneti di Leonardo . Il museo si trova dall’altra parte della strada rispetto a Santa Maria delle Grazie, la chiesa in cui si trova la famosa Ultima Cena dell’artista. La Vigna di Leonardo è un rifugio perfetto per tutti quei turisti che vogliono rilassarsi al sole mentre si godono un altro segreto della capitale della Lombardia. La prenotazione è sempre richiesta.

Via Terraggio Garden

Questo spazio rimase chiuso per 70 anni e finalmente venne riaperto nel 2010. È un giardino pubblico in mezzo a quella che sembra una casa privata, nascosta da una porta senza pretese a Milano. Sul cancello non ci sono indicazioni, quindi questo umile parco può essere un po’ difficile da trovare se non sai esattamente dove stai andando. È l’ideale per rilassarsi in una giornata di sole  dopo aver combattuto con il calore della città.

Palazzo Lombardia

Progettato dai famosi architetti Pei Cobb Freed, Palazzo Lombardia ospita gli organi del consiglio regionale della Lombardia. Può sembrare solo un grattacielo che chiunque può individuare da miglia di distanza. Ma il segreto di questo posto è che può essere visitato di domenica, dalle 10 alle 18, per alcune viste panoramiche davvero belle. Ci sono 39 piani per passeggiare, quindi vieni a goderti l’incantevole skyline di Milano dalle finestre.

Ristorante Temakinho

Temakinho è un rinomato ristorante fusion giapponese-brasiliano con due filiali a Milano, due a Roma e una a Ibiza. È forse la destinazione più amata dai giovani italiani che si immergono per gustare qualcosa di insolito e diverso rispetto alla cucina tradizionale. Questo luogo combina elementi della cucina brasiliana con sushi e frutti di mare crudi.

Palla di cannone in Corso di Porta Romana

Nel 1848, la città attraversò i cosiddetti “cinque giorni di Milano”. In questi giorni, i milanesi si ribellarono al dominio austriaco sulla loro città, provocando conflitti violenti tra le due parti. Oggi, c’è ancora una palla di cannone incastonata nel muro di un edificio in Corso di Porta Romana. È un residuo di queste battaglie che reca una targa che commemora la data della distruzione avvenuta: 20 marzo 1848.

Palazzo Dal Verme

Palazzo Dal Verme, che prende il nome dal vicino Teatro, è una perla nascosta del Rinascimento incastonato tra gli edifici moderni circostanti. Il cortile interno è qualcosa che chiunque può godersi, con un’armonia architettonica che è difficile trovare nelle strutture di oggi. Questo edificio sopravvisse ai bombardamenti a cui Milano fu sottoposta durante la seconda guerra mondiale nel 1943. Questo lo rende un raro pezzo di storia tra le strade della città.

Via Lincoln

Via Lincoln è forse il segreto meglio custodito di Milano. È una strada punteggiata da case a schiera colorate, qualcosa che si distingue come atipico in una città industriale e business-oriented come questa. È stato progettato e realizzato intorno alla fine del 19 ° secolo, al fine di ospitare gli operai di una zona vicina a prezzi accessibili. Inutile dire che queste case ora sono molto costose. Passeggiare su e giù per la strada è gratuito ed è sicuro che delizierà qualsiasi appassionato di architettura che arriva in questa bellissima città.

Carlo Cracco

Carlo Cracco è considerato uno dei migliori chef d’Italia ed è uno dei migliori beni che Milano ha da offrire. Con diverse stelle Michelin conquistate nel corso della sua carriera, Chef Cracco ha aperto un ristorante a Milano con il suo stesso nome nel 2007. Il ristorante serve piatti elaborati con un servizio di prima classe e ha due stelle Michelin. Con un menu di 10 portate che porta i clienti in un viaggio attraverso sapori incredibili e odori incantevoli, Cracco lascerà un segno indelebile nel soggiorno di qualsiasi turista – e nel palato.

Villa Invernizzi

Villa Invernizzi è un palazzo in stile liberty che si affaccia su corso Venezia nel centro di Milano, che era la strada che le signore percorrevano su e giù con le carrozze nei secoli XVIII e XIX. Oggi è considerato uno dei giardini più deliziosi della città, con fenicotteri rosa, pavoni e anatre che girano liberamente. Merita una visita se i turisti cercano un’alternativa a Sempione, il famoso parco cittadino di Milano.