La montagna e i parchi d’Abruzzo in autunno

Nel cuore d’Italia si trova una delle Regioni più affascinanti del Paese.

L’Abruzzo si estende nei suoi confini dal Molise alle Marche, dal Mare Adriatico all’Umbria e Lazio, le sue caratteristiche sono quelle di una Regione dallo straordinario interesse paesaggistico, storico e culturale. Parlando del primo di queste particolarità, l’Abruzzo si distingue dalle altre Regioni del centro Italia per la sua peculiarità di avere le catene montuose più alte degli Appennini che si affacciano direttamente sul Mare Adriatico, offrendo a chiunque è ospite in un struttura turistica abruzzese, uno spettacolo senza uguali.

Tre sono i grandi parchi nazionali che si estendono nell’intera regione, ognuno dei quali presenta caratteristiche uniche nell’ambito della biodiversità di flora e fauna, parliamo del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, Parco Nazionale della Majella, oltre a questi vi trova posto anche il Parco Regionale del Sirente-Velino. Tanti sono i siti turistici o portali nati per descrivere le affascinanti doti naturalistiche di queste parchi, ve ne segnaliamo uno che racchiude in sé due elementi fondamentali: descrizione accurata del territorio e facilità di lettura, lo potete trovare digitando su Internet il nome YesAbruzzo.

Tornando alle caratteristiche dei tre parchi nazionali, che rendono questa piccola Regione, grande dal punto di vista di ama profondamente la montagna, rileviamo ad esempio l’Anfiteatro Naturale della Camosciara nel Parco Nazionale d’Abruzzo, oppure, sempre in questo stesso Parco si potrebbe incorrere in una esperienza unica, ovvero l’avvistamento di uno degli ultimi esemplari di Orso Marsicano (simbolo del Parco).

Per quel che riguarda il Parco Nazionale del Gran Sasso, si possono intraprendere delle attrezzate via di montagna lungo i costoni aspri delle Dolomiti Appenniniche, scoprendo ad ogni passo, paesaggi incantati che portano la vista dell’osservatore, in alcuni casi, a gettarsi sulle spiagge del mare Adriatico. Cascate, laghi e fiumi incantati vi aspettano invece sul Parco Nazionale della Majella che comprende i comuni di L’Aquila, Chieti e Pescara. Anche qui potrete fare il vostro incontro con camosci e orsi (vi è la più grande presenza di orsi marsicani al di fuori del Parco Nazionale d’Abruzzo), oltre che all’aquila reale e allo sparviero.

Per descrivere questi tre parchi non sarebbero sufficienti pagine e pagine di articoli e guide turistiche; questo è solo un piccolissimo assaggio di quello che è questa regione unica del centro d’Italia, e l’invito a visitare, scalare e ammirare i suoi straordinari monti e altipiani, è esteso a tutti i turisti della Terra, o almeno a coloro che desiderano vivere una indimenticabile esperienza avvolti dalla natura.