Viaggiare in treno: Trenitalia e CartaFreccia

I clienti Trenitalia hanno la possibilità di usufruire di un programma fedeltà gratuito: si tratta di CartaFreccia, ed è un servizio che permette di accumulare punti non solo viaggiando in treno, ma anche comprando servizi o prodotti dei marchi e delle aziende convenzionate. Tali punti servono, poi, per scegliere dei regali da un catalogo o per richiedere biglietti omaggio. Tutti i titolari di CartaFreccia possono godere di vari vantaggi, tra cui promozioni di partner con punti extra e sconti e la promozione Passaparola, grazie alla quale chi fa iscrivere altre persone al servizio guadagna dei buoni sconto. Tra le altre caratteristiche del servizio, la presenza di un’area web riservata in virtù della quale si può controllare il proprio saldo punti, ricevere assistenza, richiedere i premi o gestire i viaggi. Il numero verde di Trenitalia (lo si trova anche su questo link) è sempre a disposizione, con un servizio clienti puntuale e preciso disponibile a dare tutte le informazioni in merito.

Un aspetto che merita di essere messo in evidenza è che CartaFreccia è anche abilitata a svolgere la funzione di carta prepagata ricaricabile: in pratica, si tratta di una carta chip & PIN, dotata di tecnologia contactless, che consente di eseguire pagamenti più sicuri e più rapidi. Proprio per questo motivo i punti sulla carta possono essere accumulati non solo comprando biglietti e abbonamenti per viaggiare su Trenitalia, ma anche acquistando prodotti in punti vendita che sono compatibili con il circuito – Visa o Mastercard – della carta stessa. Per arrivare le funzioni di pagamento della carta, tutto quello che bisogna fare è eseguire una prima ricarica in contanti in una ricevitoria Sisal o con bonifico bancario.

Esistono varie tipologie di CartaFreccia: per esempio, CartaFreccia Oro e Platino, che sono riservate a soci speciali e che garantiscono privilegi particolari come punti extra e FrecciaClub. Per entrare a far parte del novero dei possessori di CartaFreccia Oro e Platino è necessario viaggiare con Frecciabianca, con Frecciargento o con Frecciarossa. Nello specifico, la CartaFreccia Oro viene assegnata guadagnando in un anno solare 3mila punti qualificanti, mentre la Platino si ottiene con 7500 punti; in quest’ultimo caso, sono previsti benefit interessanti come un call center gratuito dedicato e un salottino a bordo.

Non solo: i possessori di queste carte, in virtù dell’accordo tra Alitalia e Trenitalia, possono anche entrare nelle vip lounge della compagnia aerea nei vari aeroporti. Chi dispone di una CartaFreccia prepagata e arriva allo status Platino o Oro ha diritto a una carta aggiuntiva da cui derivano tutti i vantaggi e i benefit previsti. Insomma, mentre per avere CartaFreccia e CartaFreccia prepagata non c’è bisogno di punti o soldi, le carte Oro e Platino limitano l’accesso: in qualsiasi caso, comunque, è prevista la possibilità di trasferire punti da una carta a un’altra a seconda delle necessità.