Racconto di una escursione in montagna a Bolzano

Se decidete di passare le vostre vacanze a Bolzano e amate la montagna, il trekking e le escursioni a piedi, vi ritroverete davanti alla difficile scelta tra le moltissime possibili mete. Il tempo in vacanza non è mai abbastanza ed è difficoltoso selezionare le migliori escursioni da fare per godersi al massimo delle possibilità le meraviglie che la montagna può offrire.
Nei pressi di Bolzano ci sono molti sentieri che vi portano alla scoperta degli splendidi paesaggi mozzafiato del Sudtirolo. Uno che sicuramente vi lascerà a bocca aperta è il sentiero dell’Alta via di Laives.

Il periodo migliore per fare questo sentiero va dalla primavera fino alla fine dell’autunno.
Siamo partiti a metà giugno, un gruppo di cinque amici che amano la montagna e le lunghe camminate. Siamo partiti la mattina di buon’ora, in modo da evitare di dover camminare fuori dal bosco durante le ore più calde con il sole a picco sulle nostre teste.

Il sentiero inizia dal Municipio di Laives. Il primo tratto del sentiero è semplice da percorrere, quasi in piano e su strada, tanto che è percorribile anche in macchina. Se preferite saltare la prima parte della camminata, circa 4 km, infatti potete partire direttamente dal ristorante Taler, dove potete lasciare la macchina. Una volta raggiunto il ristorante inizia un sentiero in salita, ben segnalato con i colori del CAI (i segnali sono bianchi e rossi), che attraversa il bosco.

Una volta usciti dal bosco, è iniziato il tratto più interessante del percorso. A questo punto infatti inizia la via ferrata. Non serve un’attrezzatura specifica per superare il tratto, ma se soffrite di vertigini o siete intimiditi dagli spazi aperti è bene fare molta attenzione. La via ferrata infatti non è continua, ma ci sono dei brevi tratti in cui troverete un cordino di acciaio per supportare la traversata. La difficoltà è bassa, basta tenere la dovuta attenzione. Saprete di aver terminato questa parte del percorso, che è anche la più difficile del sentiero, quando vi ritroverete di fronte ad uno slargo con un panorama mozzafiato. Questo è decisamente il momento di tirare fuori la macchina fotografica per immortalare Laives dall’alto.

A questo punto il sentiero procede in un ambiente roccioso molto suggestivo, fino a raggiungere i masi Steinerhöfe. La zona è bellissima e i masi sono molto suggestivi. Una volta arrivati vi ritroverete in mezzo a uno sparuto gruppetto di case che circondano una piccola e antica cappella.

Il sentiero dai masi prosegue inoltrandosi nel bosco, lungo una strada asfaltata. I segnali del CAI sono sempre presenti e quindi è molto semplice capire qual è la strada da seguire. Inoltre dopo aver camminato a lungo sotto il sole il fresco del bosco è un vero toccasana!
Attraversato un ponticello di legno sopra il torrente, inizia una ripida salita. Il sentiero si inerpica sulla montagna e arriva al castagneto del Seit, il luogo ideale per fare una pausa ristoratrice e godersi il paesaggio.

Dopo il castagneto il sentiero comincia a scendere, continuando ad offrire paesaggi stupendi e una bellissima vista della città di Bolzano.
La strada si conclude nel quartiere Oltrisarco, dove dopo aver percorso a piedi quasi 18 km si può prendere un bus che torna a Laives.

Le attrezzature necessarie per percorrere questo sentiero non sono specialistiche. Non è richiesta una dotazione tecnica particolare, ma restano sempre valide le indicazioni di base per le escursioni in montagna:

  • acqua;
  • buone scarpe da trekking, soprattutto per il tratto di via ferrata;
  • un cambio di vestiti;
  • il percorso dura quasi 6 ore, portate del cibo con voi;
  • un impermeabile ed un sacco a pelo.

Ricordate che il tempo in montagna può cambiare molto rapidamente e in modo imprevedibile!