New York

New York: distretti, attrazioni e luoghi di interesse della città che non dorme mai

“New York, concrete jungle where dreams are made of , there’s nothing you can’t do” così recita la famosissima canzone di Alicia Keys dal titolo “Empire state of mind”. 
New York City è effettivamente una delle città più amate al mondo, in cui è possibile essere chiunque e fare qualsiasi cosa. In molti sostengono che la città sia dotata di una vera e propria anima, capace di conquistare il cuore di chi la visita già dal primo istante. Ma New York è anche una città difficile, spietata, in continuo cambiamento, una città che offre la possibilità di realizzare qualsiasi tipo di sogno ma, allo stesso tempo, in cui se ci si ferma si è perduti. New York non ti aspetta.
Innamorarsi di New York significa accettare il bello e il brutto della metropoli, assorbendo e facendo proprio lo “state of mind” newyorkese. Prima di visitare la Grande Mela, è fortemente consigliato stilare un itinerario di viaggio abbastanza preciso e dettagliato, in modo da riuscire a sfruttare al meglio il tempo a disposizione.

I 5 distretti di New York City

New York, anche detta “La Grande Mela” o “Gotham City” è divisa in 5 distretti, a loro volta suddivisi in quartieri.  Il più famoso tra i 5 distretti è sicuramente Manhattan, facente parte della Contea di New York. A seguire abbiamo il Bronx, il Queens, Staten Island e Brooklyn.
Manhattan è la parte più importante e famosa, luogo di pellegrinaggio continuo da parte di turisti provenienti da tutto il mondo e centro nevralgico dell’intera città. Essa può essere a sua volta suddivisa, partendo dal basso, in 3 grandi fasce: Downtown o Lower Manhattan, Midtown e Uptown o Upper Manhattan. 
La zona di Downtown (Lower Manhattan) si trova sulla punta a sud dell’isola e comprende svariati quartieri estremamente conosciuti, tra cui il Financial District (Wall Street), Little Italy, Chinatown, Bowery, Tribeca, Soho, Noho, East Village e Greenwich Village (West Village).
Midtown è la zona centrale, in cui si trovano Times Square e alcuni degli edifici simbolo di New York, come l’Empire State Building, il Rockfeller Center, il Chrysler Building e il palazzo dell’ONU. Midtown comprende i seguenti quartieri: Chelsea, Gramercy Park, Murray Hill, Flatiron District, Kips Bay, Garment District e Hell’s Kitchen. 
Uptown, o Upper Manhattan, è la zona più a nord dell’isola. Ha al centro ciò che viene considerato il polmone di NYC, Central Park, e si divide principalmente in Upper East Side, Upper West Side e Harlem.
Prima di partire alla scoperta di Manhattan è davvero molto importante imparare a riconoscere le 3 grandi fasce precedentemente citate, in modo da riuscire ad orientarsi più agevolmente e scegliere la direzione giusta da prendere in metropolitana, il mezzo di trasporto più usato sia dai turisti che dagli abitanti stessi della Grande Mela. 

Attrazioni e luoghi di interesse da non perdere a New York

Per visitare New York e scoprire tutto ciò che questa metropoli ha da offrire probabilmente non basterebbe una vita intera. Vediamo insieme quelle che vengono considerate le tappe obbligatorie per il turista medio che visita la città per la prima volta:

  • Empire State Building: il grattacielo più fotografato, apparso in decine e decine di film e che offre una delle più belle vedute sulla città;
  • Brooklyn Bridge: ponte simbolo di New York, che collega Manhattan a Brooklyn;
  • Times Square: è la quintessenza di New York, famosa in tutto il mondo per le sue luci scintillanti e l’energia incontenibile che infonde  fin da subito nei propri visitatori. Appena oltre i cartelloni pubblicitari di Times Square si trova Broadway, epicentro teatrale d’America;
  • National September 11 Memorial & Museum: area in cui erano originariamente collocate le Twin Towers prima dell’attentato terroristico dell’11 Settembre 2001. Il memorial comprende due vasche dal cui bordo si gettano delle cascate artificiali perenni, che dopo 9m si infrangono verso il vuoto al centro. In mezzo alle due vasche si trova l’entrata del National September 11 Memorial, un museo interamente dedicato all’attentato e alle vittime. All’angolo nord-occidentale troviamo il One World Trade Center, un meraviglioso grattacielo a specchio alto più di 1776 piedi;
  • Central Park: il polmone di Manhattan, più di 341 ettari di prati, giardini rocciosi e sentieri;
  • Statue of Liberty (Statua della Libertà): principale simbolo di New York. Lady Liberty, colei che ha dato il benvenuto a milioni di immigrati che sbarcavano nel porto di New York spinti dalla speranza di una vita migliore.


Se avete in programma una futura visita a New York, non potete non dedicare almeno un giorno alla visita dei musei più importanti: Metropolitan Museum of Art, MoMa, Guggenheim Museum e Natural History Museum.