Madagascar

Madagascar, un territorio incontaminato per il turismo ecosostenibile

Il Madagascar è una terra magica tutta da scoprire. A dispetto di una guida politica piuttosto instabile e la mancanza di adeguate infrastrutture per la distribuzione dell’energia e dei principali servizi del mondo moderno, il Madagascar è un territorio dalle mille risorse: le materie prime, la biodiversità e la fertilità del suolo rappresentano delle opportunità di crescita e di sviluppo impareggiabili. E’ così che in Madagascar troviamo una popolazione ottimista, disponibile all’ospitalità, in cui i turisti possono trovarsi a proprio agio per passare delle vacanze indimenticabili. L’espressione ricorrente dei malgasci è “mora-mora” (tradotto: piano-piano) che riassume nel migliore dei modi uno stile di vita che bandisce la frenesia a favore del relax e dell’accoglienza.

Il turista che sceglie il Madagascar solitamente è un persona che ama gli animali e l’ecologia, in questo territorio incontaminato infatti sono molteplici i parchi naturali in cui poter incontrare animali visti solo nei libri di scuola. Per chi ha buone gambe non mancano le possibilità di imbattersi in panorami mozzafiato, ma anche chi predilige il relax può godere delle bellissime spiagge che si affacciano sull’oceano indiano, inoltre per gli amanti del mare questa isola regala una costa perfetta per dedicarsi allo snorkeling.

La capitale del Madagascar: Antanarivo

la capitale del Madagascar è Antanarivo, è una metropoli e come tale caotica e poco attraente rispetto al resto dell’isola. Al tempo stesso è il crocevia del turismo, in quanto detiene il più importante nodo stradale e il primo scalo aeroportuale dell’isola. Ideale per visitare luoghi storici come Rova, il palazzo reale, oppure il Museo Andafivaratra.

Luoghi da visitare: isola di Nosy

La vegetazione pluviale, una splendida spiaggia e un clima sempre mite sono le caratteristiche principali dell’isola di Nosy, una tappa obbligata per chi visita il Madagascar. Seppure la spiaggia di Ambatoloaka, posta a sud dell’isola, è tristemente salita alla ribalta negli ultimi anni come la meta del turismo sessuale, merita sicuramente un tuffo nelle sue limpide acque. La costa occidentale è contrassegnata da un’aurea molto più esotica, ideale per una vacanza tutta mare e relax.

Sulle spiagge di Ambondrona e Andilana ci si potrà cimentare nelle pesca sportiva, alternando questo nobile sport alle immersioni.

Gli amanti delle escursioni troveranno nelle isole di Nosy Iranja, Nosy Komba e Nosy Mitsio delle mete tutte da scoprire. Il Madagascar è anche la cornice di uno tra i parchi più conosciuti del mondo: la Riserva Naturale Integrale di Lokobe, famosa per una biodiversità senza paragoni, un tripudio di fauna e flora che vanta la presenza di specie ormai in via di estinsione, come il lemure macaco o la canonga odorosa, una pianta la cui essenza è particolarmente apprezzata dai profumieri.

Antsiranana

Una baia di proporzioni enormi paragonabile a quella di Rio de Janeiro è la base di partenza per scoprire il Madagascar settentrionale. Poco distante potrete scoprire delle insenature fantastiche per il turismo balneare, ma anche per gli sport acquatici, l’itinerario più gettonato è quello che passa per Ramena e attraversa le baie di Sakalava, Des Pigeons e Des Dunes. Non dimenticate che le guide del posto sono la migliore soluzione per scoprire questi territori, vi porteranno in luoghi da sogno e potrete muovervi in sicurezza. Per gli amanti del Birdwatching ci sono due tappe obbligate: il parco nazionale Montagne D’Ambre e la riserva speciale Ankarana.