L’Australia ed i suoi antichi tesori

Per visitare l’Australia, anche solo per motivi di turismo, è necessario un visto.
Che si tratti di un viaggio di nozze, di un pacchetto acquistato in agenzia, di un’avventura non ancora pianificata nel dettaglio, l’onere di occuparsi e munirsi del visto spetta sempre al viaggiatore.
La buona notizia è che, per richiedere un visto di turismo per l‘Australia, non è più necessario recarsi all’ambasciata più vicina ed aspettare tempi biblici per ottenerlo.

Visto turistico per l’Australia

Tutti i cittadini del mondo possono fare richiesta del visto per l’Australia direttamente on line.
Anche i cittadini spagnoli residenti in Italia possono richiedere il visto, Australia visa, semplicemente collegandosi al sito: www.australia-eta.com.
Il sito è disponibile in numerose lingue ed è molto semplice ed intuitivo.
Nonostante si tratti della stessa tipologia di visto, cioè per motivi di turismo, sul sito saranno presenti due diciture diverse: eVisitor e ETA (Electronic Travel Authority). La scelta dell’uno piuttosto che dell’altro dipende semplicemente dalla cittadinanza della persona che ne fa richiesta.
Nella pagina iniziale del sito www.australia-eta.com è possibile consultare quale visto richiedere in base al proprio paese d’origine.
La procedura per la richiesta del visto è davvero rapida e richiede pochissimo tempo.
In un apposito form si dovranno inserire tutti i dati richiesti (anagrafici, numero di passaporto, carichi pendenti, eventuali procedimenti in corso).
All’indirizzo mail inserito durante la compilazione del form, una volta emesso il visto, verrà inviata tutta la documentazione.
Il visto per motivi di turismo ha la validità di un anno e consente una permanenza sul territorio australiano non superiore ai 90 giorni.
Generalmente la pratica viene processata in 24 ore ma per eventuali ritardi o carichi di lavoro possono essere necessari fino a 7 giorni lavorativi.
Per questa ragione, è bene farne richiesta con largo anticipo e comunque non oltre le 72 ore che precedono la partenza prevista.
Se non si è in possesso del visto al momento dell’imbarco, non sarà possibile partire.

Antichi tesori d’Australia

Nonostante sia definito il continente giovane, l’Australia custodisce alcuni fra i tesori naturali più antichi al mondo.
Nelle sconfinate foreste del Blue Montains (che si estendono per oltre un milione di ettari e devono il proprio nome ai vapori sprigionati dagli eucalipti che creano una tenue foschia azzurra!) è stato ritrovato, nel 1994, l’albero più antico del mondoil pino di Wollemi.
Si credeva che si fosse estinto da secoli, ed invece è sopravvissuto ai mutamenti terrestri ed ai cambi climatici per millenni.
Il suo habitat ideale è quello delle foreste australiane, ma altri esemplari sono stati successivamente trovati anche in America Latina e Nuova Guinea.
Nonostante sia più conosciuta, e arrivino visitatori da ogni parte del mondo per apprezzarne la bellezza, la Grande barriera corallina è uno degli spettacoli più suggestivi al mondo e uno dei tesori più importanti non solo dell’Australia, ma dell’intero pianeta.
Il suo variegato ecosistema vanta migliaia di coralli, centinaia di isole e misura oltre 2000 km di lunghezza.