Otranto

Itinerario Salento: Otranto, Castro e Santa Cesarea Terme, ecco cosa vedere

Cari amici viaggiatori e amanti del Bel Paese oggi sono qui per parlarvi di località situate nel Salento, posto che porto nel mio cuore, da più di 15 anni, ossia da quando l’ho scoperto e da allora non ho potuto più farne a meno visitandolo in lungo e largo.

Voglio condurvi in questi posti di estrema bellezza accompagnati da “lu sule, lu mare, luientu”, regalandovi informazioni utili per un viaggio da ricordare.

Iniziamo il viaggio alla scoperta di tre località meravigliose situate sulla costa adriatica del Salento, che hanno caratteristiche naturali diverse ed adatte per tutti i gusti.

Prima tappa: Otranto

Un comune in provincia di Lecce, di circa 5600 abitanti, dichiarato nel 2010 Patrimonio culturale dell’UNESCO, con una storia antichissima che risale al neolitico.

Visitare Otranto è un tuffo nella storia. Esso si sviluppa intorno al grande Castello, centro vitale del paese, che conserva tutti i tratti architettonici che hanno segnato la sua storia, dal greco-messapico e romano, al bizantino e infine aragonese.

Famosa, poi, è la Cattedrale di Otranto dedicata a Santa Maria Annunziata. Qui è presente uno dei più grandi mosaici d’Europa, dove viene raffigurata la scena biblica dell’”Albero della Vita”.

A testimonianza del sacrificio che fecero gli 800 martiri di Otranto durante le invasioni dei Saraceni, troviamo i loro resti qui custoditi.

Passeggiare tra i vicoli di Otranto è un’esperienza emozionante che raramente si dimentica, in particolare se ciò avviene in periodi come giugno o inizi settembre, quando l’afflusso dei turisti e meno intenso, si può gustare ogni dettaglio, dai piccoli negozietti ai balconi infiorati.

Ma Otranto non è solo storia e cultura, ma anche mare e spiagge bellissime.

La spiaggia Cala dei Normanni si trova sul lato nord del castello, è una piccola spiaggia al centro di Otranto adatta per chi vuole soggiornare sul posto.

Per chi invece ama la natura e vuole sentirne il profumo consiglio una delle spiagge più del Salento, Baia dei Turchi, lunga circa un Km, distante 6 km da Otranto centro, con una sabbia finissima con acque cristalline circondata da una fitta pineta di macchia mediterranea.

Seconda tappa: Santa Cesarea Terme

La incontriamo scendendo lunga la costa che sorge a picco sul mare del Canale d’Otranto, famosa per le sue terme, con un tratto di costa con una scogliera particolarmente bella e affascinante per chi ama il genere.

Ricca di ville costruite nell’ottocento che la rendono un paese di altri tempi con un sapore orientale, mentre la parte alta offre una meravigliosa passeggiata tra i boschi di pini di Aleppo fino a giungere al Belvedere, che offre una vista mozzafiato di tutta la costa Sud del Salento fino a Santa Maria di Leuca.

Non vi perdete una visita a Villa Sticchi, bellissimo palazzo di stile e gusto orientale, unico difetto non visitabile all’interno, ma esteticamente davvero meraviglioso, la cui cupola posteriore si erige sull’edificio e le finestre ricordano i palazzi arabi con le vetrate colorate che riflettono la luce del sole.

Terza tappa: Castro

E dopo Santa Cesarea Terme a pochi Km da Santa Maria di Leuca dove i due mari si fondono, troviamo Castro, consigliata in particolare per tutti gli amanti della scogliera e chi pratica attività subacquee.

Castro è divisa in due parti: Castro Marina dove sorge il porto con le sue piccole grotte scavate utilizzate dai pescatori e Castro superiore, l’antico borgo che troneggia sul mare. Castro è circondata da paesaggi naturali meravigliosi e i fondali sono ricchi di flora e fauna.

Un consiglio per chi ama la frittura di pesce, una visita alla Friggitoria Isola del Sole, che di sera in particolare oltre ad un ottimo pesce fresco vi offre anche una vista spettacolare di Castro.

Non mi resta che augurarvi un buon viaggio ricco di sole, di mare e di vento.